Loader Image
Approccio Leader Psr In cosa consiste?

Approccio Leader Psr In cosa consiste?

Nello scorso articolo abbiamo accennato all’approccio Leader del Psr.

Ma… in cosa consiste?

L’approccio Leader altro non è che lo strumento previsto dall’Unione Europea per promuovere in maniera sostenibile le aree marginali dei diversi territori e può essere gestito solo da Gruppi di Azione Locale (GAL), partenariati pubblico/privati che rappresentano gli interessi socio-economici dell’intero territorio di riferimento. Nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, la Regione Campania ha previsto di attuare lo sviluppo Leader con un importante impegno economico, pari a circa 100 milioni di euro da destinare ad un massimo di 13 GAL, costituendo così un legame fondamentale tra territorio, partenariato e strategia di sviluppo locale.  La scelta del territorio di applicazione dell’approccio Leader prevede infatti la suddivisione della Regione Campania in 13 aree omogenee in termini fisici, sociali ed economici al fine di conseguire gli obiettivi fissati, mantenendo l’identità locale di ogni zona.  Ogni GAL dovrà predisporre una sua Strategia di Sviluppo Locale, concertata e condivisa tra i componenti del partenariato pubblico-privato di riferimento e candidarla per l’ammissione a finanziamento.
Il nostro Gal Terra Protetta –  A seguito della pubblicazione dell’avviso per la selezione dei Gruppi di Azione Locale della Campania, il Gruppo Promotore del GAL Terra Protetta ha avviato la propria attività di animazione territoriale interessando 22 comuni che già nel mese di maggio hanno manifestato la propria volontà di adesione.  Una serie di incontri pubblici organizzati in 10 dei 22 comuni aderenti al GAL, con lo scopo di ascoltare il territorio per definire la Strategia di Sviluppo Locale, si è conclusa il 21 luglio. Durante gli incontri, sono state illustrate le finalità della programmazione 2014-2020 in termini di politiche agricole europee, nazionali e regionali, nonché gli ambiti tematici all’interno dei quali i GAL possono progettare gli interventi e gli strumenti finanziari disponibili. Il confronto tra le parti pubbliche e private e le comunità interessate ha già prodotto risultati importanti. Risultati che hanno permesso di sviluppare una strategia ponderata sulle reali esigenze del territorio, quelle della cittadinanza e dell’imprenditoria locale.
In data 28 luglio 2016 si è svolta la prima Assemblea del partenariato pubblico-privato del GAL Terra Protetta che ha deliberato tra l’altro di costituirsi in Società Consortile a responsabilità limitata.  L’11 agosto, invece, è stata firmata la costituzione della suddetta Società Consortile che sarà diretta responsabile dell’ideazione e sviluppo delle strategie per il territorio.

Continua a seguirci per saperne di più!
Intanto, puoi iscriverti alla nostra newsletter e ricevere tutti gli aggiornamenti del Gal Terra Protetta.